Giornata mondiale dell’alimentazione

Per la giornata di oggi la FAO ha indetto, nel 59° anniversario della sua nascita, la Giornata mondiale dell’alimentazione che ha quest’anno come tema “il diritto all’alimentazione”.
Il diritto inalienabile di ogni essere umano ad avere accesso regolare ad una quantità di cibo sufficiente, adeguata dal punto di vista nutrizionale e culturalmente accettabile, per condurre una vita attiva e salutare questo è ciò che si definisce come diritto all’alimentazione.
Lo sforzo culturale che deve compiere l’occidente è quello di cessare di porre uno sguardo caritatevole nei confronti delle 854 milioni di persone malnutrite presenti al mondo e capire invece quali sono le cause, e cercare di porvi rimedio, dell’attuale negazione di questo diritto per queste persone.Riconoscere il diritto a nutrirsi da sè con dignità piuttosto che quello di essere nutriti.

Nel 2004 i paesi membri della FAO hanno adottato delle linee guida per il diritto al cibo. Queste direttive volontarie sono uno strumento pratico per assistere i paesi nei loro sforzi per eliminare la fame. Sono un insieme coerente di raccomandazioni riguardanti il lavoro, la terra, l’acqua, le risorse genetiche, le reti di sicurezza sociale, la scolarizzazione ed intendono incoraggiare lo stanziamento di risorse di bilancio a favore di programmi antifame e povertà, come per esempio quelli avviati in Brasile e Mozambico.

L’organizzazione umanitaria “Medici senza frontiere” mantiene però alto l’allarme fame dichiarando che gli oltre 20 milioni di bambini sotto i 3 anni malnutriti(stima dell’OMS) rappresentano una vera e propria emergenza medica e necessitano pertanto interventi di urgenza. Se le strategie adottate a livello nazionale e internazionale per combattere la malnutrizione sono importanti e lungimiranti non tengono però conto che milioni di bambini sono sottonutriti adesso e non possono aspettare che i programmi siano portati a termine per manifestare tutta la loro efficacia. Programmi che prevedono la distribuzione di farine arricchite sono fallaci poichè queste farine sono insufficienti nell’apportare sostanze nutritive essenziali.

Medici senza frontiere consiglia e auspica la distribuzione dei RUTF (ready to use therapeutic food),una nuova generazione di alimenti terapeutici altamente nutritivi che si è visto essere in grado di estendere notevolmente la capacità di combattere la malnutrizione nei bambini piccoli. MSF è stato in grado finora di raggiungere con i RUTF solo il 3% dei bambini bisognosi e per questo chiede ai ministri della salute e alle organizzazioni competenti di adoperarsi in modo da rifornire il restante 97% con questo trattamento salvavita.

Intanto oggi a Roma presso la sede della FAO la cerimonia ufficiale in qui interverranno tra gli altri il Presidente della Repubblica tedesca, Horst Köhler, quello della Tanzania, Jakaya Mrisho Kikwete, il Direttore Generale della FAO, Jacques Diouf, ed il Ministro Italiano delle Politiche Agricole, Paolo De Castro, ma incontri,tavole rotonde concerti e manifestazioni sportive si svolgeranno in tutta Italia e in oltre 150 paesi, sia per raccogliere fondi sia per sensibilizzare su questo problema che necessita, per essere risolto efficacemente interventi nell’immediato e una road map per un futuro libero dalla fame.

Massimiliano Puglisi

voceditalia.it 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s