Obama… ricordati degli amici!

Sull’onda delle promesse elettorali e della vittoria di Barack Obama alle elezioni americane si è ricorsi a uno scherzo degno della guerra dei mondi di Orson Welles. Molti abitanti di New York e Los Angeles hanno scoperto infatti leggendo su quotidiani distribuiti in metropolitana e per le strade che la guerra in Iraq è già finita, che il riscaldamento globale è vicino a una soluzione e che il Parlamento americano ha fissato un limite ai salari dei grandi manager. A dipingere questo mondo migliore e possibile sono state un milione e duecentomila copie di falsi New York Times e Los Angeles Times. I falsi, uguali all’originali, formati da 14 pagine, sono stati distribuiti principalmente a New York e Los Angeles. La data è quella del 4 luglio 2009, ovvero la prima festa d’indipendenza dell’era di Obama.

In prima pagina compare un lungo editoriale che racconta dell’immediato ritiro delle truppe dal fronte e l’avvio di un piano di assistenza sanitaria pubblica. Tra gli altri pezzi, perfettamente eseguiti, uno in cui l’ ormai ex segretario di Stato «Condoleezza Rice confessa ai soldati che l’amministrazione Bush sapeva perfettamente che Saddam Hussein non possedeva armi di distruzione di massa». Altri titoli provocatori: «Approvata la legge sul salario massimo»; «Nazionalizzate le compagnie petrolifere per finanziarie la lotta al riscaldamento globale». A insospettire i lettori però è stato il prezzo di copertina del quotidiano, «gratuito», improbabile anche per il migliore dei mondi possibile.

«Vogliamo essere sicuri che Obama e tutti gli altri democratici si ricordino per cosa li abbiamo eletti», ha spiegato Bertha Suttner uno dei membri del gruppo pacifista «Yes Men» che hanno anche creato un falso sito web perfettamente identico all’originale. Il gruppo ha spiegato che per creare i due falsi hanno lavorato sei mesi, stampando le copie in sei differenti tipografie. La distribuzione è stata effettuata da migliaia di volontari.

unita.it

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s